AstrofisicaScienza

La prima carta topografica della Luna

Una carta per i futuri esploratori della Luna

La United States Geology Survey, in collaborazione con la NASA e con il Lunar Planetary Institute, ha pubblicato la prima carta topografica completa della Luna. La Mappa Geologica Unificata della Luna, interamente disponibile qui in formato digitale, rappresenta con estrema cura la superficie del nostro satellite, con una scala di 1:5.000.000.

Immagini del lato visibile (sinistra) e non visibile (destra) della Luna. Fonti: NASA/GSFC/USGS.

La mappa integra al suo interno i dati cartografici di sei mappe regionali, risalenti all’era delle missioni Apollo, con le più recenti misurazioni satellitari. Tale unificazione di dati vecchi e nuovi ha risolto diverse incongruenze sulle informazioni precedentemente disponibili, come nomi, datazioni e studi mineralogici sulle rocce lunari. L’estrema precisione della mappa, insieme alla dettagliata stratigrafia del suolo lunare, la rende una valida risorsa per organizzare futuri allunaggi. Questo, inoltre, permette agli esperti di concentrare lo studio su una determinata regione avendo comunque a disposizione l’intero quadro rappresentativo del suolo lunare. Con estrema probabilità, la carta del suolo lunare avrà un ruolo fondamentale nella scelta dei siti di allunaggio per le future missioni del programma Artemis.

Questa mappa è il culmine di un progetto durato decenni, afferma Corey Fortezzo, geologo e principale autore dello studio,” e fornisce informazioni vitali per nuovi studi scentifici che concilino l’esplorazione di siti geologici specifici sulla Luna con la conoscenza di tutto il territorio”.

I dati sulla regione equatoriale della Luna provengono dalle ricostruzioni tridimensionali della missione SELENE condotta dalla JAXA, mentre i dati topografici dei poli nord e sud sono stati raccolti dal Lunar Orbiter Laser Altimeter della NASA.

 

Fonte: https://www.usgs.gov/news/usgs-releases-first-ever-comprehensive-geologic-map-moon

Antonio Ricci
Studente di Ingegneria Aerospaziale, appassionato del mondo astronautico, di arte contemporanea e di musica lo-fi.

You may also like

More in:Astrofisica

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *