Ingegneria InformaticaNewsTech

Keynote Apple del 30 ottobre 2018: presentanti nuovi iMac, iPad Pro e MacMini

Apple torna a dare spettacolo a New York con un Keynote ad un orario alquanto bizzarro rispetto al solito (10 di mattina locali). Come ogni keynote Tim Cook, CEO di  Apple, inizia con una serie di statistiche riguardo vendite e utilizzo dei prodotti Apple nel mondo.

tim-cook-keynote-new-york

Tim Cook al Keynote Apple tenutosi a New York

 

 

MacBook Air

Il primo ad essere annunciato è il nuovo modello di MacBook Air con Retina display da 13,3” con 4 milioni di pixel. Il nuovo MacBook Air avrà inoltre il TouchID integrato  direttamente in uno dei tasti della nuova tastiera di terza generazione (molto simile a quella già adottata negli ultimi MacBook Pro). Il TouchID sarà gestito dal T2 Chip il quale utilizzerà una crittografia di tipo AES-256 (attualmente la più sicura possibile). Migliorato inoltre il comparto audio e il touchpad che sarà il 20% più grande. Riguardo la connettività, il nuovo Air avrà 2 porte usb-c sul lato sinistro. Passando alla CPU troviamo processori Intel di ottava generazione e supporto a RAM 2666Mhz fino a 16gb.

La versione base monterà un processore i5, 8gb di ram e 128gb di ssd e sarà disponibile dal 7 novembre al prezzo di 1199 dollari.

 

Mac Mini

Il secondo “ospite” è il nuovo Mac Mini, presentato come il miglior upgrade di sempre per questo prodotto: si parla di processori  Intel di ottava generazione a 6 core, RAM fino a 64gb SO-DIMMs 2666Mhz e T2 Chip per la crittografia e la sicurezza dei dati.

Prezzo di partenza è 799 dollari e sarà disponibile dal 7 novembre.

 

iPad Pro

Viene infine annunciata la nuova linea di iPad Pro con Liquid Retina display da 11” (a differenza dei 10” del predecessore) e 12” e un nuovissimo, accattivante design. Implementati anche il FaceID e le gesture utilizzate nell’iPhone X (e successivi) data la  decisione di rimuovere il tasto home.

Per quanto riguarda il processore, monta un A12X Bionic con 10 milioni di transistor e 8 core accompagnato da una GPU a 7 core. Dovrebbe cosi risultare il 90% più veloce del precedente modello e avere prestazioni grafiche 1000 volte migliori. Pensato in maniera specifica per applicazioni di realtà aumentata, come possiamo vedere durante il keynote grazie alla dimostrazione effettuata da una rappresentante di Adobe. Presente inoltre un Neural Engine in grado di compiere 5 milioni di operazioni al secondo. Cambia anche la connettività con l’introduzione di una porta usb-c che permetterà persino di ricaricare il proprio iPhone, o altri dispositivi, tramite iPad (come se quest’ultimo fosse una powerbank). Ridisegnata l’Apple Pencil con nuove funzionalità attivabili al tocco e la possibilità di tenerla attaccata all’iPad tramite sistema magnetico. Altra feature interessante riguarda l’uso di più app in contemporanea dividendo in aree lo schermo e il passaggio drag&drop di file fra esse.

Il prezzo di partenza è di 799 dollari per la versione da 11 pollici e 999 dollari per la versione da 12 pollici. Anch’esso disponibile in pre-ordine dal 7 novembre. Rimarranno disponibili a prezzi minori le precedenti versioni di iPad Pro.

 

 

Apple e l’ecosostenibilità

In tutto ciò Apple, sempre molto attenta anche al discorso ecosostenibilità, annuncia che il 100% dell’alluminio utilizzato per i prodotti di nuova generazione è totalmente riciclato.

 

Lana del Rey a chiusura del Keynote

Conclude il Keynote un ospite a sorpresa: Lana del Rey. Successivamente i ringraziamenti da parte di Tim Cook a tutti i supporters della Mela.

lana-del-rey-keynote-apple

Lana del Rey a chiusura del Keynote

Fabrizio Miranda
Sono uno studente della facoltà di Informatica dell'Università La Sapienza di Roma. La mie più grandi passioni sono l'informatica e l'elettronica. Amo il nuoto, la natura e gli Oasis.

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *